Dicen de nosotros

C’è anche Gioielleria Italiana, di Albissola, nelle 20 start-up di Intesa Sanpaolo Elite Lounge: avrà la possibilità di accedere a servizi integrati e a una rete di professionisti e investitori internazionali.

Sono Barberino’s, Gioielleria italiana, Meeters, Contents.com e Prometheus le cinque startup che hanno vinto la quarta edizione di B Heroes, il programma di accelerazione e mentorship dedicato alle aziende innovative italiane promosso in collaborazione con Intesa Sanpaolo e Innovation Center, e che si sono aggiudicate un investimento complessivo di un milione di euro da parte di B Heroes.

Conclusa a Milano la quarta edizione di B Heroes, programma dedicato alle startup italiane promosso in collaborazione con Intesa Sanpaolo e Innovation Center. Tra le cinque aziende innovative che si sono aggiudicate un investimento Gioielleria Italiana (Savona).

Intesa Sanpaolo conferma la propria attenzione e strategia di sostegno nei confronti delle startup italiane. Per il quarto anno è stato rinnovato il programma in collaborazione con B Heroes che, dopo una fase di selezione e di valutazione condotta da un team di specialisti, è giunto all’individuazione delle 16 startup che entrano nel percorso di accelerazione, tra cui Gioielleria Italiana

Lanciata alla fine del 2020, la campagna di equity crowdfunding di Gioielleria Italiana ha raccolto 488.000€, coinvolgendo più di 100 investitori.

“La gioielleria è un settore in cui non è ancora avvenuta la ‘’disruption digitale’’ ormai già consolidata in altri ambiti. La nostra impresa sta aprendo questo mondo a investitori esterni che sono sicuro potranno apportare, oltre ai capitali, anche conoscenza e network per un settore del Made in Italy che è un’eccellenza a livello mondiale”.

Snellimento della filiera, risparmio sul prezzo finale di circa il 30% rispetto alla media di mercato per il gioiello classico, fidelizzazione del cliente grazie alla possibilità per il gioielliere di personalizzare il pezzo attraverso la piattaforma di Gioielleria Italiana. Sono questi gli aspetti principali della start-up che il 1 dicembre scorso ha chiuso la campagna di equity crowdfunding, raggiungendo altri 104 soci investitori e raccogliendo 488.000 euro attraverso la piattaforma Two Hundred.

Il bilancio complessivo di questo anno per Gioielleria Italiana è sicuramente positivo per molti aspetti.

I numeri di Gioielleria Italiana rispecchiano quelli di una start up in grande crescita: fatturato 2020 + 600% rispetto al 2019, oltre 100.000 euro di commesse da evadere, una campagna di equity crowdfunding che supera i 460.000 euro raccolti e che ha unito nel proprio capitale il più grande network di gioiellieri a livello europeo.

L’obiettivo minimo che l’azienda si era prefissata al momento del lancio della campagna di equity crowdfunding è stato ampiamente superato: la campagna per raccogliere nuovi soci ha infatti coinvolto oltre 40 investitori, per un totale di 230.000€.

Nel pieno dell’emergenza Covid-19, Gioielleria Italiana, start up innovativa nel settore B2B della gioielleria preziosa, ha coinvolto un gruppo di imprenditori provenienti da diversi settori nell’iniziativa benefica ITALY STAY STRONG.

La solidarietà ai tempi del Coronavirus passa anche dai gioielli. È l’idea alla base del progetto Italy Stay Strong di Gioielleria Italiana, che insieme a un gruppo di amici imprenditori ha deciso di realizzare un bracciale, 100% made in Italy, per sostenere il progetto Intensiva 2.0 della Società Italiana di Anestesia Analgesia Rianimazione e Terapia Intensiva per raccogliere fondi a sostegno psicologico a medici e infermieri.

Francesco Mangini, CEO of Gioielleria Italiana, launches a new digital first project specifically for jewelry stores and is preparing the initial equity crowdfunding campaign on the Two Hundred platform.

Contactos